Restare in salute dopo aver sconfitto il cancro colorettale

 In Blog

Marzo è il Mese del Cancro Colorettale. Nonostante si tratti di un tipo di cancro che si possono prevenire, con uno stile di vita sano e controlli regolari, resta comunque tra i più diffusi: si stima che solo negli Stati Uniti ne vengano diagnosticati 11.000 casi al mese.

La buona notizia è che negli anni la possibilità di una diagnosi tempestiva e migliori trattamenti hanno alzato il tasso di sopravvivenza. I pazienti sopravvissuti, però, devono affrontare il rischio di cancri secondari, ricadute e altri problemi di salute.

Cosa possono fare per mantenersi sani? Parlando di stile di vita, le strategie chiave sono tre.

1: Mantenersi attivi

 Le ricerche indicano che, in particolar modo per i sopravvissuti al cancro, mantenersi attivi riduce il rischio di morte prematura, di disturbi cardiovascolari, migliora la qualità della vita, la forza corporea e la resistenza alla fatica. Nello specifico, ci sono prove che l’attività fisica offra benefici agli ex malati di cancro colorettale.

Ad esempio, pare che allunghi la loro vita media. L’analisi di uno studio su circa 7500 sopravvissuti ha dimostrato che camminare circa cinque ore a settimana si collega ad un ridotto rischio di morte prematura per qualunque causa, e nello specifico per il cancro colorettale.

I sopravvissuti dovrebbero porsi l’obiettivo di evitare l’inattività, di essere più fisicamente attivi possibile, sia durante che dopo la cura. I pazienti e alcuni ex pazienti potrebbero aver bisogno dell’aiuto di un professionista per essere guidati nella scelta degli esercizi.

2: Ottenere e mantenere un peso ragionevole

I ricercatori suggeriscono di combattere sovrappeso e obesità in quanto aumentano il rischio di vari tipi di cancro, incluso quello colorettale. Ottenere un peso salutare riduce il rischio non solo di tumore, ma anche di problemi di cuore, un disturbo comune tra i sopravvissuti al cancro colorettale. Costoro in particolare dovrebbero quindi mantenere un peso normale e sano in relazione alla loro età e caratteristiche. È importante per chi cerca di dimagrire evitare il lassismo dei muscoli.

I consigli di un nutrizionista riguardo questo obiettivo possono aiutare a mantenere o migliorare la massa magra attraverso un dimagrimento graduale supportato da adeguata attività fisica.

3: Modificare la  dieta

Ci sono prove evidenti della correlazione tra una dieta sana a base soprattutto di vegetali e un aumento della vita dei sopravvissuti al cancro, oltre ai ben noti benefici generici per la salute dati dal consumo di verdura, frutta, cerali integrali e legumi. Questi cibi hanno un ruolo chiave in un’alimentazione che riduca il rischio di cancro e problemi al cuore.

Alcuni ex pazienti potrebbero avere problemi nel tollerare alcuni vegetali, ma parlare con un nutrizionista è sicuramente d’aiuto.

Per avere una dieta a base di vegetali è consigliabile:

  • includere in almeno 2/3 delle portate verdure, frutta, legumi e cereali integrali.
  • limitare il consumo di cerali raffinati, contenuti ad esempio nel pane bianco, e scegliere invece i cereali integrali.
  • evitare gli zuccheri in eccesso, anche nelle bevande zuccherate, torte e biscotti.
  • ridurre il consumo di carni rosse e lavorate.
Recent Posts