7 nutrienti anticancerogeni

 In Blog

I nutrienti fanno bene, lo dice la parola stessa: questo però non vuol dire che sia consigliabile assumerli in quantità elevate tramite integratori, salvo reali necessità. Un’alimentazione equilibrata, infatti, fornisce un mix di tutti i nutrienti necessari alla salute dell’organismo, compresi quelli per la prevenzione del cancro.

  • Fibre: contenute soprattutto in legumi secchi, cereali integrali, mele, piselli. Consumare fibra riduce il rischio di cancro al colon-retto e altri disturbi cronici come diabete di tipo 2, iperglicemia e ipercolesterolemia. Aiuta inoltre a tenere sotto controllo il peso.
  • Vitamina A: contenuta soprattutto in patate dolci, vegetali a foglia, zucche e peperoni, ed in generale negli alimenti che contengono fitochimici come alfa e betacarotene che il nostro organismo è in grado di convertire in vitamina A. Questa vitamina migliora la salute degli occhi, del sistema immunitario e delle cellule. Favorisce inoltre l’azione protettiva contro il cancro di alcune cellule. Secondo alcune ricerche, alti livelli di carotenoidi riducono il rischio di cancro al seno, ma potrebbe essere dovuto ad un alto consumo di vegetali in generale.
  • Folati: contenuti soprattutto in spinaci, asparagi, cavoletti di Bruxelles, lattuga romana, legumi secchi. I folati sono vitamine del gruppo B necessarie al buon funzionamento del DNA e della scissione cellulare, utili a mantenere attivi i geni protettori contro il cancro. L’acido folico è la forma attraverso cui i folati possono essere integrati nella dieta, addizionandolo ad alcuni cibi.
  • Vitamina C: contenuti soprattutto in peperoni, agrumi, kiwi, fragole, broccoli, cavoli, patate. La vitamina C protegge le cellule dal danno ossidativo dei radicali liberi e dall’azione di composti come le nitrosamine, prevenendo così il cancro; accelera la rimarginazione di ferite e favorisce il sistema immunitario. Aiuta inoltre ad assorbire il ferro da fonti vegetali.
  • Magnesio: contenuto soprattutto in mandorle, noci, spinaci, latte di soia, edamame, fagioli neri. Il magnesio è necessario per riparare il DNA, controllare la crescita cellulare e mantenere livelli glicemici salutari. Diete ricche di magnesio possono contrastare il rischio di diabete di tipo 2 e di alcuni tipi di tumore (al fegato, al pancreas e al conon-retto, più comuni in persone che soffrono di diabete).
  • Vitamina K: contenuta soprattutto in vegetali a foglia come spinaci, cavolo riccio, broccoli e lattuga. La vitamina K contrasta le ostruzioni venose e rinforza le ossa.
  • Potassio: contenuto soprattutto nelle patate dolci, in quelle bianche, nelle banane, negli spinaci, nei pomodori, nelle arance. Mantiene la pressione a livelli normali grazie alla cooperazione col sodio, e ha un ruolo nella costruzione muscolare e nell’equilibrio del Ph corporeo.
Recommended Posts